Caltavuturo

_ VEDI MAPPA

630 mt. slm

SCOPRI LE MADONIE

Ai piedi della rocca di Sciara nella valle dell'Imera
Il paese di Caltavuturo si trova su un versante della valle dell’Imera, ed è appoggiato ai piedi dell’imponente rocca di Sciara, chiamata anche rocca di Caltavuturo. Il nome Caltavuturo deriva, probabilmente, da Kalat Abu-Thur nome del condottiero arabo che nel suo territorio, nell’882, sconfisse i bizantini e fondò un castello. Si pensa che all’arrivo degli arabi esistesse sulla rupe già una fortezza bizantina. Visitando il centro storico, che conserva un patrimonio artistico abbastanza vario, è d’obbligo la risalita a piedi verso Terravecchia, dove è possibile visitare le ruderi del castello, della chiesa del Casale, e del vecchio insediamento urbano abbandonato alla fine del Cinquecento. Dal paese si diramano numerosi percorsi che attraversano terreni coltivati, aree selvagge con una natura varia e rigogliosa, dirupi che lasciano spazio a paesaggi mozzafiato sui monti madoniti, e le gole di Gazzara, un canyon naturale tra gli alberi.
L’area di Caltavuturo si trova in una posizione strategica a ridosso della valle dell’Imera, fiume fondamentale, sin dalla preistoria, per l’accesso dalla costa all’interno dell’isola. Questa importanza è testimoniata dalle numerose aree archeologiche circostanti al paese.

ATTRAZIONI ARTISTICO-MONUMENTALI

— Area archeologica di Terravecchia, ruderi del Castello di Terravecchia (IX secolo)
— Chiesa del Casale (XIII secolo)
— Chiesa Madre, o Chiesa dei Santi Apostoli Pietro e Paolo (XVI secolo)
— Chiesa Santa Maria La Nova, o La Badia (XVIII secolo)
— Chiesa di Sant’Agostino, o Chiesa del Collegio (XVIII secolo)
— Chiesa di Santa Maria del Gesù, o Chiesa del Convento (XVII secolo)

In questi itinerari

4

notti

Il paesaggio rurale, le piante e l’uomo. Caltavuturo e la biodiversità delle Madonie

4

notti

Archeotrekking sulle orme dei giganti